Sonetto n° 75 Tu sei per i miei pensieri come il cibo per la vita

     Tu sei per i miei pensieri come il cibo per la vita,
o come per la terra le dolci piogge di primavera,
e per amor tuo sostengo una lotta
come l'avaro con le sue ricchezze:
     Ora orgoglioso possessore, e quindi
affranto che i tempi ladri gli rubino il suo tesoro;
ora contando solo di stare con te, e ora preferendo
che anche altri partecipino delle mie conquiste;
     Qualche volta deliziato della tu vista,
e poco dopo affamato di un tuo sguardo;
non possedendo né cercando altra gioia
che quella che tu dai o che da te io spero.
     E così, giorno dopo giorno, languisco e sono sazio,
di tutto disponendo, e tutto desiderando.

 

 

W. Shakespeare